SeeNet

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

SeeNet I

SeeNet1_logo_bis

SeeNet – Governi locali motori dello sviluppo
2003 – 2006: Prima Fase
  
Logo della prima fase di SeeNet

La prima fase del Programma Seenet – I governi locali motori dello sviluppo, avviata dal 2003 al 2006, è stata promossa dalla Regione Toscana e dalla Regione Istriana e cofinanziata dal Ministero degli Affari Esteri italiano. Obiettivo del Programma, realizzato in collaborazione con le Ong italiane Ucodep e Cospe, è stato favorire la crescita di una rete di governi locali finalizzata al rafforzamento istituzionale e al miglioramento delle competenze gestionali in due ambiti di lavoro: lo sviluppo economico locale e l’offerta e gestione dei servizi pubblici.

I PARTNER COINVOLTI
Le autorità del Sud Est Europa coinvolte sono state 21 provenienti da Albania (Comune di Scutari), Bosnia Erzegovina (Cantone di Sarajevo, Cantone di Erzegovina-Neretva, Città di Mostar e Sarajevo, Municipalità di Livno, Trebinje, Nevesinje, Sanski Most, Prijedor, Tuzla), Croazia (Regione Istriana, Città di Pisino, Rovigno, Varaždin e Comune di Verteneglio), Kosovo (Comune di Peć/Peja), Macedonia (Città di Skopje) e Serbia (Città di Kraguievac, Niš, Municipalità di Voždovac).
In Italia hanno aderito alla Rete 22 soggetti pubblici tra i quali la Regione Toscana, la Provincia di Arezzo e i Comuni di Firenze, Arezzo, Carrara, Montale, Quarrata, Pistoia.

AZIONI
Il Programma si è sviluppato in tre fasi:
  • Fase I: “Conoscenza e condivisione” ha favorito la conoscenza tra i partner grazie alle attività di analisi e scambio di esperienze;
  • Fase II: “Lavoro in Partenariato” ha promosso il lavoro congiunto tra i vari partner e favorito l’elaborazione di documenti di programmazione di breve e medio termine e la realizzazione d’iniziative prioritarie;
  • Fase III: “Capitalizzazione dell’Esperienza” ha portato alla realizzazione di un sito web per la comunicazione del network e ad una pubblicazione finale di valutazione dell’iniziativa.
RISULTATI
L’elemento forse più significativo della prima fase di Seenet è l’aver favorito il dialogo tra i soggetti locali, quali le amministrazioni e le varie associazioni coinvolte, innescando da una parte percorsi di partecipazione attiva e collaborazione della cittadinanza locale, dall’altra favorendo opportunità di lavoro sulla governance dei processi di sviluppo locale.
Per quanto riguarda il primo ambito di lavoro, lo sviluppo economico locale, sono stati promossi interventi per il sostegno delle piccole medie imprese, per lo sviluppo rurale e per la valorizzazione dei prodotti tipici e del patrimonio turistico e culturale.
In particolare, a Tuzla, Prijedor, Sanski Most e a Sarajevo si sono realizzati interventi di sostegno alle piccole e medie imprese tramite assistenza tecnica e l’elaborazione di piani di sviluppo locali. A Trebinje è stata sostenuta la formazione della cooperativa di apicoltori Žalfija, che accoglie oltre 200 soci e che ha permesso di incrementare la produzione del miele, prodotto tipico e di qualità della zona. A Mostar, Sarajevo, Sanski Most e nel Parco di Hutovo Blato sono stati promossi interventi di valorizzazione del turismo, nel centro storico At Mejdan di Sarajevo, nella Città Vecchia di Mostar e nel centro termale Sanska Ilidža di Sanski Most.
Nel campo dei servizi pubblici si è sostenuta la progettazione e la realizzazione di impianti innovativi e l’introduzione di moderni sistemi di gestione aziendale. A Livno, Nevesinje, Trebinje e Prijedor si sono, infatti, promossi interventi per migliorare la gestione idrica e dei rifiuti, tra cui il completamento del sistema fognario, l’acquisto di attrezzature, la sensibilizzazione sulla raccolta differenziata, la realizzazione di studi di fattibilità per una discarica e la formazione del personale coinvolto.  

a cura di: UCODEP e Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa